Home > Sistema della moglie roulette

Sistema della moglie roulette

Sistema della moglie roulette

Si tratta più che altro di una manovra finanziaria che tiene conto della probabilità di uscita di un evento e si prefigge di pareggiarne i conti ad una probabilità di uscita maggiore di quella probabilistica. Traducendo in numeri: Questo che significa? Ovviamente il tutto prevede una progressione in perdita. Tutto questo la probabilità e la progressione in perdita considerando tale probabilità raccoglie in un unico canale le fondamenta degli studi di Marigny e di D'Alembert il genio al quale sono assolutamente devoto: Marigny perché si occupa degli scarti, D'Alembert perché ruota a suo vantaggio la probabilità di un evento.

In soldoni parole povere Garcia giocava le chance semplici rosso e nero e gestiva il tutto in due casse diverse: Puntava sempre l'inverso della precedente uscita, quindi cercava l'alternanza. Ogni colpo vinto faceva aumentare la cassa reale, ogni colpo perso faceva aumentare lo scoperto della cassa virtuale. La progressione che usava era Se nei primi tre colpi si indovinava anche un solo colpo, si era in vantaggio. Se invece tutti e tre i colpi andavano male, allora Garcia metteva in gioco l'intero scoperto della cassa virtuale, dividendolo in tre puntate consecutive e giocando stavolta il proseguimento della filata dello stesso colore.

Al primo colpo perso, ripartiva da capo con il gioco dell'alternanza e della progressione Geniale nella sua intuizione di creare due casse probabilmente rappresenta il primo money management della storia ai fini roulettistici , il sistema è comunque pericolosissimo perché porta ad esposizioni altissime quando non si riesce a trovare la combinazione giusta al momento del recupero della cassa delle perdite.

Comunque sia porta alla perdita dell'intera cassa in breve tempo. Questo significa due cose: Importanti per il calcolo della puntata sono sempre l'intero scoperto e il divisore per il quale tale scoperto si deve dividere. Ovvero, se ci troviamo al terzo scaglione scarto quindi tra 21 e 30, cioè ritardo della figura da tre da oltre 20 tiri , servirà una prima figura da 3 per scendere allo scaglione 2, un altro per scendere allo scaglione 1 e l'ultima per recuperare tutto il rimanente della nostra cassa fino ad allora in perdita.

Si continua sempre aumentando di 10 gli scarti minimo e massimo e aumentando di 3 ogni singolo tiro. Detto questo, non è tutto. Non è tutto perché comunque sia, nonostante la prudenza di Della Moglie, le esposizioni possono ad ogni modo salire molto in alto e il capitale si rischierebbe, se pur in un tempo più ampio rispetto al Garcia, nella sua totalità. Infatti Della Moglie applica un'altra nuovissima intuizione per l'epoca.

Questo dovrebbe, a suo modo di vedere, contenere le puntate e risolvere dunque anche quest'ultimo problema. Io ho provato a testare per brevissimo tempo il sistema Della Moglie con una sola figura da 3 e ho ottenuto un reddito pari a circa 10 pezzi ogni tiri. La puntata non è mai cresciuta tanto semplicemente perché ho fatto pochissime prove appena tiri , considerando appunto l'eventualità di un'impennata improvvisa. Mi interesserebbe conoscere le vostre opinioni, testare il sistema differenziale e capire se si possono apportare miglioramenti.

Io non conoscevo il Della Moglie fin quando non mi sono imbattuto nel Della Moglie Modificato spesso lo trovi abbreviato DMM ideato dal buon stefek e che per essere usato prevede la padronanza del Della Moglie originale. Stefek parte dal metodo originale, ne individua le debolezze e apporta modifiche secondo ragionamenti cioè a dire usando la logica e non quadrati magici o cose del genere.

Inoltre il sempre generoso Shadow ha pure realizzato il software per abbreviare i calcoli e fare simulazioni, anche questo si trova gratuitamente in rete. Grazie mille, jackjoliet. Cerco un po', faccio qualche studio e poi provo a dire la mia. Se intanto qualcuno, tu o altri, ha voglia di portare altre informazioni è ben accetto. Simula e avrai risposta. Tempo fa scrissi che, salvo l'apertura di orizzonti a me ignoti, il gioco sulle chance non ha possibilità di superare gli scarti abissali che si incontrano nelle milionate di buole.

Mentre scrissi, e oggi sono praticamente certo, che un opportuno approccio coi pieni, offre questa concreta, reale e realizzabile possibilità. Il mio criterio di validità e giocabilità di un sistema corrisponde al superamento di un test di almeno Dobbiamo solo riflettere su quale sia la più vantaggiosa. Hai ragione. Su cosa sia più vantaggiosa l'applicazione, e perché , è stato qui oggetto di approfondito dibattito. Una volta tanto fummo tutti d'accordo: Beh, sul gioco standard io direi che si possa sostenere con fermezza che sia la stessa cosa, poiché tantopiù con i pieni si conserverà la puntata entro certi limiti nel breve periodo, tantopiù si andrà incontro a ritardi più grandi e quindi a scoperti di medesima portata.

Le figure possibili sono infinite, poiché le possiamo ricercare di diversi modi, ma di infinita lunghezza, quello che cambia è la probabilità. Non credo ci sia via d'uscita da questa equazione. Ho capito, quanto asserisci è corretto, e quelli che a suo tempo presero parte al dibattito cui mi sono riferito sottoscriverebbero sicuramente ricordo, soprattutto, Kal El, anche J-J, con apporti di Carpediem, Emgus ed altri. Tuttavia, il discorso fu affrontato da una prospettiva diversa. Se hai interesse, o solo curiosità, puoi chiedere a J-J , la cui mente ha prodigiose capacità di rintracciare passate discussioni, di indirizzarti.

Ricordi qualche dettaglio per restringere il campo di ricerca? Dunque tu mi stai dando del paragnosta untuoso, scivoloso, infido, e gesuitico? Nel merito, ricordo in particolare una discussione piuttosto articolata con Kal El, specificamente sulla cosidetta "legge del terzo". Io negavo e ancora nego che potesse mai esistere una cosa simile; e alla fine anche Kal El convenne; ed entrambi trovammo un accordo nel definire la costante statistica delle ripetizioni, se non ricordo male, " una proprietà dei cicli chiusi". Mi pare fu proprio Kal El a proporre il termine.

Ricordo anche che poco prima o poco dopo, avevo mostrato e dimostrato la ragione per la quale tale proprietà è una necessità matematica. Tutto questo ha rapporto col discorso del Prof. Infatti, per quanto mi risulta, non esiste alcuna proprietà nota nell'alternanza delle chance. Se non sbaglio, fu proprio Carpediem a dare dei cenni sul modo in cui, nei suoi sistemi, applicava questa proprietà la costanza statistica delle ripetizioni. Ed infatti hai ragione, non esiste nessuna proprietà sull'alternanza delle chance.

Per una cosa che esce 1 volta ogni 2 tiri ce n'è un'altra contrapposta che si comporta allo stesso modo. Il calcolo che chiarisce il concetto è il prodotto. Continuiamo a darci ragione a vicenda infatti anche adesso hai ragione ; il fatto è che stiamo affrontando la questione da una prospettiva diversa. Magari, se l'ottimo che sarebbe j-j rintraccia quelle discusioni, potremo entrare nel merito. Ripartire ex novo, visto che l'argomento è già stato trattato, non mi pare economico.

Sarei davvero lietissimo di leggere quella discussione, o comunque sia qualunque altra fonte parli approfonditamente dell'argomento. Speriamo che jj la rintracci, dunque. Tuttavia, già adesso un elemento importante è emerso: Il punto, allora, è come sfruttare tali proprietà. Inoltre, parlo in generale, l'affermazione "la matematica dice questo" è del tutto priva di contenuto. La matematica non dice nulla, dal punto di vista operativo, è uno strumento puro e semplice; cieco, sordo e muto, che, tuttavia, nelle mani di chi sa utilizzarlo ha una capacità di manipolazione del mondo naturale e non, che appare prodigiosa.

Questo, per dire che un sistema è certamente costruito a partire dalla matematica visto che manipola delle quantità , ma è realizzato a fronte di un progetto che procede più dall'arte. Senza creatività, insomma, non si approda a nulla; e la creatività trascende sempre il mezzo, anche se ha certamente un ruolo nell'afffinarlo. Ma nemmeno una permanenza di pieni origina strutture dotate di proprietà. Niente genera proprietà specifiche, è tutto frutto del caso. Certo, guardando a posteriori una permanenza, ci possiamo divertire come vogliamo a trovare strutture, figure, ripetizioni, alternanze e quant'altro, ma quello che interessa ad un giocatore è la ripetibilità a priori di tali "proprietà" e questo, ahimé, non è umanamente possibile.

Scusa, come non genera proprietà? Com'è che non ci capiamo? Definisco "proprietà": Ebbene, che le ripetizioni nei cicli chiusi soddisfino in toto la definizione è inconfutabile. Qui nessuno ha mai affermato che tale proprietà generi la possibilità di prevedere sia la distribuzione delle ripetizioni, sia il loro apparire. Se io avessi detto questo, tu avresti ragione e io torto; ma io non l'ho detto. Resta certissimo che le permanenze numeriche generano, con evidenza statistica assoluta, tale proprietà. Per sfruttarla, è qui casca il ciuco, si deve operare a un livello metamatematico come scritto nel precedente post. Scusa Satori, allora non ho capito che cosa tu intenda quando parli della proprietà che un pieno dovrebbe avere e che una chance semplice invece non dovrebbe avere.

In pratica si osserva ogni singola uscita che indicheremo con R per il rosso ed N per il nero. La figura di un solo lancio sono due, il Rosso o il Nero, mentre le figure di due lanci sono quattro, poichè due uscite seguenti possono combinarsi nelle seguenti quattro maniere: Tale analisi si estende a otto colpi con le figure di tre , in quanto tutte le combinazioni possibili tra il Rosso e il Nero sono indicate di seguito: Strategia semplice per vincere alla roulette.

Vinci alla Roulette utilizzando il sistema di Fibonacci. Come giocare alla Roulette Americana Online. Scarica CasinoonlineBlog su Android. Seguici su Google plus. Roulette croupier dal vivo blackjack con croupier dal vivo Baccarat croupier Live. In prima pagina. I migliori casino online AAMS.

Applicare la matematica per vincere alla Roulette | goddess-of.jaewoncho.com

Ecco il sistema sicuro per vincere alla roulette online: il metodo della moglie. Ti illustreremo un metodo semplicissimo per migliorare le tue. Della Moglie ritiene il Garcia uno dei sistemi più validi anche se ne critica la . a studiosi e giocatori un valido strumento matematico per affrontare la roulette. Lorenzo Della Moglie fu docente di matematica superiore all'Università e a spiegare come vincere alla roulette col sistema delle figure di tre. Giocare sull'interruzione di un evento significa scommettere su ciò che annulla lo stesso, questo è il metodo Della Moglie. Sto facendo una serie di prove, mi occorre tanto tempo e, soprattutto ci vorrebbe un buon programmatore (chi lo conosce si faccia avanti), per. Il trucco delle combinazioni contrapposte è stato ideato da Della Moglie, sulle combinazioni semplici, meglio nota con il nome del sistema delle figure di tre. BREVI CENNI SUL SISTEMA ORIGINALE DI LORENZO DELLA MOGLIE. Innanzitutto, il sistema gioca sulle chances semplici e prende in considerazione le.

Toplists